Gdf sventa truffa con 'gratta e vinci'

La Guardia di Finanza di Trento ha sventato una truffa da 1 milione di euro perpetrata da un cittadino serbo di 71 anni residente a Pergine Valsugana, nei confronti del quale è stato emesso un decreto penale di condanna per tentata truffa aggravata a fronte del quale dovrà versare 6.300 euro di pena pecuniaria. L'uomo si era inventato un ingegnoso espediente per cercare di frodare le lotterie nazionali: recuperando dai cestini della spazzatura, posizionati nei pressi delle tabaccherie di Pergine, svariati tagliandi 'gratta e vinci' del tipo 'Nuovo Maxi Milionario' non vincenti, era riuscito - ritagliandoli e ricomponendoli in modo accurato - a realizzarne due, ricreando due combinazioni vincenti da 500.000 euro ciascuna. I finanzieri sono partiti da una segnalazione della società Lotterie Nazionali srl, indirizzata alla Procura di Trento, dopo aver ricevuto la richiesta una presunta vincita da 1 milione di euro di due tagliandi del 'gratta e vinci' apparentemente sospetti.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. La Voce del trentino
  2. La Voce del trentino
  3. Il Dolomiti
  4. Il Dolomiti
  5. La Voce del trentino

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Sporminore

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...